Le radiazioni ottiche artificiali (R.O.A.)

Innanzitutto con il termine di radiazioni ottiche si intendono tutte le radiazioni elettromagnetiche comprese nel range di lunghezza d'onda che va da 100 nm a 1 mm cioè nel cosiddetto spettro elettromagnetico. Lo spettro delle radiazioni ottiche viene suddiviso in radiazioni ultraviolette, radiazioni visibili e radiazioni infrarosse.

Più in dettaglio, le radiazioni ultraviolette sono radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 100 e 400 nm. La banda degli ultravioletti è ulteriormente suddivisa in UVA (315-400 nm), UVB (280-315 nm) e UVC (100-280 nm). Le radiazioni visibili cioè quelle percepite dall’occhio umano, sono radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 380 e 780 nm. Infine le radiazioni infrarosse sono radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 780 nm e 1 mm. La regione degli infrarossi a sua volta è suddivisa in IRA (780-1400 nm), IRB (1400-3000 nm) e IRC (3000 nm-1 – 1 mm).

 Per Continuare a leggere l'articolo Accedi/Registrati 
Share:

Lascia un commento