Home > Blog > Dicono di Noi > Parlano di noi

La Gazzetta del Mezzogiorno parla del Progetto di Solar Fertigation al quale ha contribuito il Responsabile Sviluppatore IT di RCG dott. Gennaro Divittorio. Il nostro Gennaro, vincitore del Progetto Giovani Innovatori, proposto dal’Arti  Puglia (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione), ha realizzato il suo progetto di innovazione presso la AsepaEnergy, azienda di Taranto specializzata in pannelli fotovoltaici. Da qui è nato poi il progetto di Solar Fertigation.

Gennaro attraverso l’utilizzo delle schede Arduino e l’utilizzo si sonde ha realizzato un sistema in grado di rilevare il fabbisogno del terreno e di inviare i dati al fertificatore che provvede in autonomia a nutrire il terreno.

Al momento il progetto si sta evolvendo con la possibilità di controllare i paramentri e l’andamento del proprio terreno tramite app per smartphone o PC e permettere l’irrigazione dei campi, grazie a pannelli fotovoltaici, anche dove non c’è possibilità di corrente elettrica.

Questo il testo dell’articolo di Pamela Giufrè pubblicato dalla Gazzetta del Mezzoggiorno

“TARANTO – Irrigare i terreni sfruttando i raggi del sole. E’ innovativo oltre che ecologico il progetto arrivato primo tra i dieci finalisti di “Mimprendo”, l’incubatore d’impresa proposto da Confindustria Giovani a livello nazionale. L’idea è della società tarantina Asepa Energy della quale fa parte l’ingegner Sergio Strazzella, rappresentante di Confindustria Giovani Taranto.
«Il fertificatore solare – spiega Strazzella da Padova, dove ieri sera c’è stata la cerimonia di premiazione finale – consente l’irrigazione in zone prive di energia elettrica, cercando così di risolvere un problema non solo legato al territorio ionico, ma a tutta l’Italia. Abbiamo infatti pensato di proporre questo progetto perché ci è sembrata una soluzione innovativa e allo stesso tempo economica. E’ questo un connubio possibile per chi come noi si occupa di fonti rinnovabili di energia».

Il progetto di un sistema di fertilizzazione ed irrigazione solare ha preso avvio nel 2013: «Ci arrivò in azienda una richiesta per la realizzazione di un impianto fotovoltaico in isola, a servizio di un’impresa agricola degli Emirati Arabi. La richiesta, già di per sé interessante, si rivelò di non facile elaborazione, infatti non vi era alcuno studio effettuato sull’analisi dei carichi e la loro contemporaneità, con l’immediato risultato di avere un sistema sovradimensionato».

Il progetto non ha però avuto un prosieguo. Anche a causa dei tempi. E’ a questo punto che è entrato in gioco “Mimpresa”. L’iniziativa consente proprio di tirare fuori dal cassetto idee innovative accantonate per via della contingenza quotidiana.
«Il progetto – prosegue Strazzella – è nato insomma da uno stimolo, una scommessa, ovvero dimensionare un sistema integrato che potesse effettuare fertilizzazione ed irrigazione di campi in assenza della rete elettrica». La società ha preso l’impegno di richiedere e vedersi finanziato un progetto per la “Pianificazione di Marketing per l’espansione commerciale di prodotti innovativi” per valutarne l’applicabilità negli Emirati Arabi Uniti. Il progetto ha confermato un interesse rilevante generale, anche se richiedeva ulteriori studi e ricerche sia per quanto riguarda la componente tecnica del progetto che una valutazione di ulteriori mercati maggiormente appetibili.

E’ cosi che la società ha deciso di collaborare con il progetto lanciato dall’Arti Puglia, nell’ambito della misura “Giovani Innovatori in azienda”. Fino ad arrivare alla vittoria nel concorso nazionale Mimprendo Italia, nell’ambito del quale la Asepa Energy ha coinvolto tre studenti dei corsi di laurea specialistica della facoltà di Ingegneria coadiuvati dai propri docenti del laboratorio di Ingegneria Economico Gestionale dell’Università del Salento”.

 

Questo il link dell’articolo:  http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/altre-notizie-home/irrigare-i-terreni-con-i-raggi-del-sole-no866482

gazzettaferitifacatore

POWERED BY RCG Business Lab